Tornerò a sollecitare le vostre anime

Prima di invitarvi ad immergervi nel mio Presente … vi suggerisco di immergervi nel vostro… 🙂
Prendetelo, riavviatelo, ricaricatelo, liberatelo, ritaratelo, allacciatelo al Nastoyashie,
al Tempo Massimo, al Tempo Autentico, al Tempo dei movimenti liberi e felici.

Il mio Presente, il vostro Presente, il Nostro Presente… il Presente dei Nuovi e Diversi Inizi, delle scelte, dei consumi e dei costumi,
dei look e delle circostanze… il Presente in cui sul palcoscenico si accendono tutte le luci, si espandono tutti i suoni,
appaiono tutti i presenti, vengono eclissati ed aboliti i confini, per altro artificiali ed inverosimili,
e tutto si trasforma… con una velocità impressionante… presso se stessi…

Pronti? Su il sipario, Si va in scena!


Il mondo è una stazione ferroviaria…

Traduzione di un frammento dell’incontro collettivo russo con Volodia del 12.11.2019… … Ed ecco il primo flusso di impressioni e sensazioni che si riversa su di noi (ora che stiamo mettendo piede sulla Terra autentica): assaporatelo, respiratelo! Per esempio, una sensazione così: il mondo come una stazione ferroviaria…E ci sono dei treni in arrivo, treni in partenza, un’enorme sala di attesa, dove regna tanto caos, tanta confusione… È normale? È giusto che il mondo sia una specie di stazione ferroviaria? La cosa dovrebbe riguardarvi in qualche modo? Secondo me, qui il punto principale è l’orizzonte, l’orizzonte esistenziale. Se l’orizzonte della località è autentico, visibile, accessibile tramite sensazioni, allora anche la stazione ferroviaria diventa un posto in cui sostare con gioia e naturalezza. Diventa una specie di campo infinito di tutto-sp

continua...


“Bisogna sbrigarsi a virare!”

La dipartita delle spiegazioni e del riferimento delle spiegazioni ha creato tantissime oscillazioni, sia in Cielo che in Terra, e queste oscillazioni sono tuttora in corso. Che cosa c’è all'ordine del giorno, che cosa c’è da concordare, adesso, in questo momento? Direi proprio questo: La dipartita delle spiegazioni, e a

continua...


“Io corro, ma corro in modo diverso…”

Dalla seduta collettiva in russo con Volodia e con il Creatore dell’11.09.2019 Volodia: … Io come sono? Io sono speciale (diverso, particolare), lo ero prima e lo sono anche nell'attuale cosmo terrestre. Questa mia condizione di essere speciale/diverso è molto attraente, ed è una leva potentissima. Adesso sto appunto studiand

continua...


“Ieri mi hanno dato la libertà, cosa ne farò?”

Frammenti di un incontro individuale con Volodia del 04.07.2019 Siamo presenti insieme in questa mega rinascita, mega trasformazione. Com'è il rapporto tra le energie che ancora dormono e le energie che si stanno risvegliando o che si sono già risvegliate? In ogni situazione la percentuale è diversa, e potete fare proprio vo

continua...


“Io corro corro corro corro corro…”

Frammenti intrecciati dell’incontro collettivo russo con Volodia del 25.01.2019 e dell’incontro collettivo italiano, sempre con Volodia, del 27.01.2019 Ciao a tutti, ne è passato di tempo! Lo sentite come la Luce sta pulsando, come sta ondeggiando? Veramente, in questo momento sta ondeggiando ancora in modo leggero, noi la

continua...


Un Anniversario…

"Serrate pure le fila ordinate! Tappatevi ancora più forte le orecchie! Io sono andato via da solo – il che non è un dramma Ma tornerò a sollecitare le vostre anime!" "Сомкните стройные ряды! Покрепче закупорьте уши! Ушёл один — в том нет беды. Но

continua...


La nascita è una torcia…

Traduzione di un frammento dell’incontro collettivo russo con Volodia del 29.12.2017 … E ora parleremo della nascita. La nascita: che cos’è? È un fatto? È uno stato? È una condizione categorica oppure relativa? Voi vi state facendo delle domande sulla nascita, giusto? Prima di tutto, sulla vostra nascita. In

continua...


“Il bosco è andato e il panorama si sta espandendo…”

Prima di tutto: a chi mi sto rivolgendo, chi sono i potenziali utenti orecchianti di questa mia uscita ben riuscita? Che cosa sto proponendo, usufruendo del formato del cosiddetto articolo, nella sezione del cosiddetto Presente, del mio cosiddetto sito “Tornerò a sollecitare le vostre anime”… cosiddette pure loro ;-) ?

continua...


Il mondo non c’è, ma potrebbe esserci…

Sottotitolo:  “Ci sentiamo triangolobermudati nel cuore e triangolobermudati nell’anima!” Il sottotitolo di questo articolo proviene da una delle mie canzoni scherzose, “Cara redazione!”, una lettera collettiva dei pazienti di un manicomio alla redazione del programma “Ai confini della conoscenza” (http://vo.irinus

continua...


“Io respiro, e perciò io amo! Io amo e perciò io vivo!”

Irina: Qualche giorno fa mi sono imbattuta in questo video: http://www.youtube.com/watch?v=9ZYudKEGWD0 È un servizio dedicato a lui (il giorno in cui avrebbe compiuto 75 anni), con delle riprese inedite, con testimonianze dell'amore – adorazione incondizionata che la gente provava per lui… e anche di come gli mettevan

continua...


“Toglietevi pure le bende nere!”

Ciao a tutti! Eccomi di nuovo qui, in diretta, insieme a voi, nel vostro – mio – nostro Presente trasparente in via di correzione, ricerca e sviluppo di se stesso... In una fase di prove acrobatiche generali del sistema delle immagini della Forza che lo rappresentano. Nel Presente di tutti che è appena iniziato… che

continua...


“… Ma non respiro il passato e non sogno il futuro…”

Vorrei inaugurare questo mio blog italiano con l’argomento del Tempo, al quale sono state dedicate anche le ultime due pubblicazioni nel blog russo (qui e qui)  e ovviamente non potrà essere né un remake né un bis… la Terra, la terrestricità deve/vuole sempre andare avanti… nel suo toccare – leggere – riconoscere se

continua...